Vuoi sapere quando inizieranno nuovi corsi di gruppo o iniziative? Registra qui la tua email e resta sempre informato!

PAURA DI VOLARE? INTERVISTA AL DOTT. FABIO GHERARDELLI

COME VINCERE IL PANICO: INTERVISTA AL DOTT. FABIO GHERARDELLI

Intervista al Dott. Fabio Gherardelli, eserto di ipnosi e psicoterapia breve e ideatore del corso per vincere la paura di volare

Lo sapevi che...

Nonostante oggi l’utilizzo dell’aereo sia molto diffuso, la paura di volare è un fenomeno ancora molto presente: secondo diverse statistiche in Italia così come nel resto del mondo la percentuale degli aerofobici sarebbe quantificabile intorno al 50% e un viaggiatore abituale su 4 dichiara di provare ansia durante il volo. È più diffuso tra le donne che tra gli uomini, mentre non ci sono grosse differenze né per quanto riguarda la distribuzione geografica né per livello sociale o il grado di istruzione.

Quante persone sono in volo in questo preciso istante? Un ricercatore di fisica ha cercato di dare la risposta studiando le statistiche di volo della Boeing e della Lata. Se i suoi calcoli sono corretti ci sono circa 690.000 persone in aria in questo preciso momento!

Un ricercatore della Harvard University, David Ropeik, nel 2006 ha calcolato che le probabilità di morire in un incidente aereo sono una su 11 milioni. mentre la probabilità di morire per l'attacco di uno squalo sono di una probabilità su 3 milioni.

A volte chi ha paura di volare è terrorizzato delle turbolenze. Eppure le turbolenze non sono pericolose. Ne esistono di tre tipi: leggere, moderate e gravi.  Per i piloti, quella leggera non è diversa da una strada accidentata per una normale auto. Quella moderata neppure li intimorisce: di solito dura 10/15 minuti, se persiste il pilota può provare a portare l'aereo a un'altitudine diversa. La turbolenza forte è molto rara ma non pericolosa: in media può durare pochi minuti su circa 10 mila ore di volo di un pilota. L'aereo può essere deviato in altitudine fino a 30 metri, ma non è pericoloso.

Guardate in faccia la paura ed essa cesserà di turbarvi. 

 

Swami Sri Yukteswarji

La paura evitata diventa panico, la paura guardata in faccia diventa coraggio.

 

Detto antico Sumero

LA PAURA DI VOLARE E IL DISTURBO DI PANICO 

La paura di volare (chiamata anche aerofobia o aviofobia) oggi è molto diffusa. Si può manifestare con una sensazione di crescente tensione e di malessere fino ad arrivare a dei veri e propri attacchi di panico debilitanti e che portano la persona a evitare la situazione temuta (in questo caso l'aereo).
Dato l'elevato numero di paure che l'esperienza del volo è in grado di suscitare, appare più semplice evitarla piuttosto che affrontarla. Questo atteggiamento però porta a rafforzare le proprie paure in un vero e proprio circolo vizioso.

Esiste una forte correlazione tra attacchi di panico con o senza agorafobia e la paura di volare. Molto spesso le persone che soffrono di attacchi di panico o di altri disturbi di ansia manifestano una forte paura, che a volte sfocia in vero e proprio terrore, quando si presenta l’occasione di viaggiare in aereo. Queste persone evitano sistematicamente di “imbarcarsi” o, se “costrette”, fanno scorta di ansiolitici per cercare di sedare lo stato di angoscia che li assale. Ovviamente l’uso di psicofarmaci non risolve il problema in quanto vengono mantenute ed anzi rinforzate, le “convinzioni errate” circa la pericolosità del volare. Gli psicofarmaci agiscono come dei comportamenti protettivi che si limitano ad abbassare l'attivazione dell'amigdala responsabile delle reazioni di ansia e paura, mantenendo però inalterate tutte le ragioni che producono la paura di volare.
Perché le persone che soffrono di attacchi di panico spesso hanno il terrore di volare? Una persona che soffre di attacchi di panico con agorafobia tende ad evitare tutte le situazioni ritenute "non sicure" in cui non è possibile essere soccorsi o in cui è sconveniente avere un attacco di panico (ad esempio la persona può temere di fare una figuraccia, di perdere il controllo, di essere in balia degli altri ecc.) per le conseguenze sociali (vergogna, lesione dell’immagine ecc.) che l’attacco comporterebbe. La persona può temere di poter avere un attacco di panico in volo e di non poter scendere, o di poter perdere il controllo in una situazione dove è impossibile nascondere agli altri le proprie debolezze. Un altro fattore che può contribuire ad innescare la fobia del volo è rappresentato dall'eccessivo "bisogno di controllo" e dalla difficoltà di affidarsi agli altri. 
In conclusione, la paura di volare può avere diversi “scopi” che vanno approfonditi in sede di trattamento psicoterapeutico.

Il protocollo per superare la paura dell'aereo, fondato su conoscenze scientifiche e metodologie moderne, è costituito da un incontro di cinque ore e da tre successivi viaggi aerei di breve durata (accompagnati dagli psicologi e psicoterapeuti Dott. Fabio Gherardelli e/o Dott. Enrico Vellani) con compagnie low-cost (partenza dall'aeroporto Marconi di Bologna e/o aeroporto Catullo di Verona) e viaggio di andata e ritorno lo stesso giorno (le mete vengono decise in base al costo del biglietto, alla distanza e ai desideri delle persone; l'ultimo viaggio, su richiesta dei partecipanti potrà avere come destinazione una città-capitale europea e in quel caso prevederà il pernottamento presso hotel).

Sentiti libero di contattarci.

 

Bibliografia:

 
Clark, D.M. (1986) A cognitive approach to panicBehaviour Research and Therapy, 24, pp. 461-47.
 
Fahr, D. R., Dowd, E. T. (2002) Fobie, in L’approccio evidence-based in psicoterapia. McGraw-Hill, Milano.
 
Gherardelli, F. (2009) Sulle ali del panico. Aurelia, Treviso.
 
Martin G., Pear J. (2000) Strategie e tecniche per il cambiamento. La via comportamentale. McGraw-Hill, Milano.
 
 

 LIBERI DI VOLARE 

A causa dell’emergenza sanitaria relativa al COVID-19 e in seguito al DPCM del Governo, emanato in data 4/03 u.s., che proroga le Misure per il contrasto e il contenimento sull'intero territorio nazionale del diffondersi del virus, ovvero “la sospensione delle manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura, ivi inclusi quelli cinematografici e teatrali, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro” siamo costretti ad ANNULLARE e RINVIARE il corso LIBERI DI VOLARE previsto per sabato 28 Marzo 2020 a Limena (PD), a data da destinarsi.
Non appena l'emergenza sarà terminata e saranno ripristinate le normali attività del Centro, sarà nostra premura inviare nuova comunicazione circa la nuova data di svolgimento dell’incontro e pubblicare il nuovo evento sulla nostra Pagina.
Naturalmente ogni partecipante potrà decidere il rimborso immediato della quota (inviando una email con nome e cognome e Iban bancario) oppure attendere la nuova data lasciando così la somma versata e decidere se partecipare.

 

 

Liberi di Volare è l'unico corso in Italia per vincere la paura di volare che comprende simulazioni di volo e fino a tre viaggi aerei insieme a psicologi e psicoterapeuti esperti in psicoterapia breve.

Leggi le testimonianze di chi ha partecipato al corso

 

IL PROSSIMO CORSO INIZIERA' SABATO 28 MARZO 2020

 

La paura di volare (chiamata anche aerofobia o aviofobia) oggi è molto diffusa. Si può manifestare con una sensazione di crescente tensione e di malessere fino ad arrivare a dei veri e propri attacchi di panico debilitanti che portano la persona a evitare la situazione temuta (in questo caso l'aereo). Spesso alla base della paura di volare c'è proprio la paura della paura, ossia la paura di avere un attacco di panico.

Per vincere una paura devi imparare ad attraversarla, non evitarla e nemmeno cercare la "pillola magica" che non ti faccia sentire le sensazioni della paura. Solo imparando a «passarci attraverso», «a farle posto», riuscirai a sbarazzarti della paura patologica e, finalmente, vivere il volo aereo con tranquillità. 

 

LIBERI di VOLARE è il nuovo metodo per superare la paura di volare, fondato su conoscenze scientifiche e metodologie moderne. 

Il protocollo si applica sia in gruppo che individualmente

Nel caso del gruppo, è costituito da un incontro di circa otto ore presso il Centro Simulazioni Volo FSC (Fight Simulator Center) a Limena (PD) e da uno, due o tre voli aerei accompagnati dal Dott. Fabio Gherardelli e/o Dott. Enrico Vellani su aerei di linea. Per rendere il protocollo più efficace e seguire personalmente ogni partecipante del corso, il gruppo su ciascun volo è costituito da poche persone (minimo tre, massimo cinque persone).

Nel corso dell'incontro, al mattino, viene analizzato il circolo vizioso del panico e dell'ansia e gli errori principali, i falsi miti, i pensieri catastrofici e i comportamenti errati di chi cerca di superare la paura di volare invano. E' come costruire una casa: si parte dalle fondamenta per poi costruire tutto il resto. Ciò che è fondamentale è che la persona impari a conoscere la paura in tutte le sue sfaccettature, le sue funzioni e i motivi per cui viene scatenata. Infatti per imparare a gestire la paura è necessario diventarne un po' esperti, solo così si potrà imparare a gestirla.

Però, per superare una paura è importantissimo agire non solo sulla parte razionale ma soprattutto sulla parte emotiva: è lì che si formano le fobie, ed è da lì che bisogna agire per avere un cambiamento profondo. Per questo motivo l'intero pomeriggio verrà dedicato a sperimentare, mediante dei simulatori professionali di volo, alcune strategie di gestione dell'ansia con l'obiettivo di desensibilizzare la persona dalla paura. 

In questo modo l'esperienza del volo potrà essere positiva, rilassante e infondere sicurezza in ciascun partecipante.

Al termine dell'intera giornata ciascun partecipante potrà decidere se terminare il percorso qui, oppure iscriversi a uno, due o tre voli insieme agli psicologi e psicoterapeuti Dott. Fabio Gherardelli e/o Dott. Enrico Vellani presso città italiane e/o europee con partenza Bologna. Il viaggio è di andata e ritorno lo stesso giorno. 

L'ultimo viaggio è nel week end (partenza sabato e ritorno domenica) con destinazione una città-capitale europea e prevede il pernottamento presso hotel.

I voli avverranno dopo circa tre settimane/un mese dalla fine del corso in modo che le persone potranno esercitarsi negli esercizi che verrano dati loro a casa al termine della giornata di corso. 

Le persone che sceglieranno di fare uno, due o tre voli saranno suddivise in gruppi da tre a massimo cinque persone, in modo che lo psicologo-psicoterapeuta possa seguire bene ciascun partecipante.

Vai al CALENDARIO COMPLETO.

 

Non ci si libera di una cosa evitandola, ma soltanto attraversandola.

                        Cesare Pavese

 

Perché accompagnare fino a tre viaggi aerei e non uno solo?

Alcuni propongono corsi intensivi di due giorni con un solo volo aereo accompagnato e in situazioni artificiali (aerei non di linea o zone di aereo interamente occupate per il corso). Ma dalla nostra esperienza clinica e dalle conoscenze scientifiche moderne sulla paura, per superare una paura radicata non è sufficiente affrontarla una sola volta, bensì va affrontata più volte a distanza di tempo in modo da radicare il nuovo apprendimento funzionale e renderlo duraturo. Inoltre la situazione più è reale e più risulta efficace. Per questo noi voliamo con aerei di linea (in piccolissimi gruppi o individualmente) come normali viaggiatori dove nessuno sa che stiamo facendo un corso.

Il nostro protocollo completo prevede fino a tre viaggi aerei accompagnati distanziati l'uno dall'altro da circa una settimana.

Questo non può essere definito un corso ma un vero e proprio PERCORSO TERAPEUTICO che finora ha permesso al 96% dei partecipanti di riprendere a volare tranquillamente o continuare a farlo con serenità e controllo.

La novità assoluta e ciò che rende questo corso (o per meglio dire percorso terapeutico) un'esperienza unica e irripetibile nel suo genere sono proprio i viaggi aerei accompagnati sotto la guida esperta del Dott. Fabio Gherardelli e/o del Dott. Enrico Vellani. 

In questo modo la persona può sperimentare le procedure e le tecniche di gestione dell'ansia e della paura imparate nel percorso terapeutico.

Attraverso le esperienze di esposizione (simulazioni del primo giorno e fino a tre viaggi aerei di andata e ritorno), le persone potranno vivere delle vere e proprie esperienze emozionali correttive che le porteranno, alla fine del percorso, a sentirsi sicure di aver superato la paura di volare.

Infatti, come per tutte le paure, valgono le parole di Cesare Pavese "non ci si libera di una cosa evitandola, ma soltanto attraversandola".

Il costo del corso include la prima giornata di otto ore (comprese le simulazioni) e un anno di assistenza post-corso gratuita fornita dagli psicologi e psicoterapeuti Dott. Fabio Gherardelli e/o Dott. Enrico Vellani.

Al termine della prima giornata la persona potrà decidere se concludere il corso oppure prenotare fino a tre viaggi aerei insieme al Dott. Fabio Gherardelli, psicologo-psicoterapeuta ideatore del corso LIBERI di VOLARE.

I tre voli partiranno dall'aeroporto Marconi di Bologna.

Il terzo volo potrà prevedere, in caso di volo all'estero, il pernottamento presso hotel. 

Per i voli, a ogni partecipante viene data la possibilità di portare con sé una persona cara (che dovrà pagare una tantum di 150 euro per il primo e il secondo volo mentre per il terzo 200 euro) sia nel percorso individuale che in quello di gruppo.

Per ulteriori informazioni vai al CALENDARIO COMPLETO.

 

È anche possibile fare il corso individualmente.

 

Per maggiori informazioni sul prossimo corso è possibile contattarci qui, oppure compili il modulo qui sotto e verrà ricontattato, senza impegno, direttamente dal coordinatore del corso Dott. Fabio Gherardelli. 

 

Contattaci

Vincere la paura di volare

Per partecipare al corso occorre compilare il modulo qui sotto e versare 347 euro

E' possibile versarlo tramite bonifico bancario inviando la richiesta per email oppure telefonando al Dott. Fabio Gherardelli al 338/4854858 (anche tramite whatsapp) che invierà  l'IBAN per effettuare il bonifico.

Registrazione al corso per vincere la paura di volare

Compila la scheda con le informazioni richieste:

PANICO e VOLARE

Esiste una forte correlazione tra attacchi di panico con o senza agorafobia e la paura di volare. Molto spesso le persone che soffrono di attacchi di panico o di altri disturbi di ansia manifestano una forte paura, che a volte sfocia in vero e proprio terrore, quando si presenta l’occasione di viaggiare in aereo.

 

CAUSE DELLA PAURA DI VOLARE

Spesso alla base della paura di volare c'è la paura di non aver nessun controllo del veicolo e nessuna “via di fuga”. 

Chi ha paura di volare solitamente si sente oppresso dal fatto di non poter scendere dal mezzo prima dell’arrivo, di non poterlo controllare e non poter aprire i finestrini, tutte cose che con l’auto invece è possibile fare. Molto spesso le persone che hanno paura di volare hanno "paura della paura", ossia hanno paura di avere un attacco di panico mentre sono sull'aereo. 

SCOPRI DI PIU'



Contatti

Liberi di volare - Dott. Fabio Gherardelli

Presso Studio di Psicologia e Psicoterapia breve
Via Ugo da Carpi 84
Carpi (Mo) 41012

3384854858